I vari linguaggi e l’unica Parola

Solennità dell’Epifania Anno A 2020

Aldo Vendemiati

Magi

L’annuncio della Pasqua, che segue la lettura del vangelo di oggi, spiega sinteticamente il senso di questa festa: “Fratelli carissimi, la gloria del Signore si è manifestata e sempre si manifesterà in mezzo a noi”.

Come si è manifestata? Qualcuno di noi ha forse visto Dio? “Dio nessuno lo ha mai visto; il Figlio unigenito che è nel seno del Padre, egli ce lo ha rivelato” (Gv 1, 18). Avendo udito, veduto e toccato Gesù, gli apostoli attestano: “Abbiamo visto la sua gloria, gloria come di Unigenito dal Padre, pieno di grazia e di verità” (Gv 1, 14).

Beh, beato Giovanni! Beati gli apostoli! Essi hanno visto Gesù, hanno visto la gloria… E noi?

No, cari amici: la logica del Vangelo è opposta: “Beati quelli che non hanno visto e hanno creduto” (Gv 20, 29). Col Vangelo è così: non è che prima si vede la gloria e poi si…

View original post 684 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...